Contattaci su WhatsApp!

Categorie

Iscriviti alla NEWSLETTER sfrutta un'offerta ogni settimana!

Spedizione gratuita con più di 100 euro
Spedizione gratuita con più di 100 euro
Pagamenti sicuri
Spedizioni rapide e sicure in 48h, reso gratuito

Quarantena: come affrontarla al meglio (e senza ingrassare!)

  • Quarantena: come affrontarla al meglio (e senza ingrassare!)

I giorni di quarantena aumentano e la noia imperversa, restare chiusi in casa può rischiare di nuocere alla nostra salute sia fisica che psicologica. Affrontiamo al meglio questo periodo difficile, per sconfiggere tutti insieme il coronavirus ma anche la noia!

Purtroppo per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) si sono resi necessari provvedimenti molto duri che ci hanno costretti all'isolamento sociale, a stare chiusi in casa per giorni senza poter vedere nessuno dei nostri familiari, amici o conoscenti. Una misura drastica ma necessaria. La condizione psicologica di milioni di italiani che sono a casa da giorni "rinchiusi" tra quattro mura è difficile perchè alla reclusione dobbiamo sommare la paura della diffusione del virus e le notizie allarmanti di questi difficili giorni, l'ansia della situazione economica e delle conseguenze che ci saranno. In questo momento è assolutamente normale sentirsi impotenti, tristi, arrabbiati, stressati, arrabbiati e soprattutto confusi. Ma è troppo importante farsi forza e rispettare le regole, ne va la salute di tutti.

Quarantena: cosa si può fare e cosa no

Il decreto #iorestoacasa del 11 marzo è molto chiaro a rigurado: si deve evitare di uscire di casa.
Si può uscire di casa solo in alcuni casi:
1) per andare al lavoro
2) per ragioni di salute
3) acquisto di beni necessari.
In ognuno di questi casi si deve uscire dotati di autodichiarazione (si possono utilizzare moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali), la veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato!
Sono fortemente consigliate tutte le forme di lavoro a distanza, ove possibile.
Senza una valida ragione, è richiesto e necessario restare a casa, per il bene di tutti.
È previsto anche il “divieto assoluto” di uscire da casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus.

Consigli per affrontare la quarantena

Togliere il pigiama

Può sembrare una sciocchezza ma l'idea di restare a casa tutto il giorno ci spinge a non toglierci nemmeno il pigiama per restare più comodi.
Ripetiamo insieme: NO al pigiama tutto il giorno!
E quindi come sempre svegliatevi, lavatevi e vestitevi con gli stessi abiti che avreste indossato per uscire.
Togliere il pigiama ci aiuterà ad iniziare con più energia la giornata e a sentirci un pò più "normali" anche se non possiamo uscire di casa. Provare per credere!

Trovare una nuova Routine

La nostra vita di tutti i giorni è scandita da una routine ben precisa dettata dai tempi del lavoro, dei figli, degli impegni sociali, la palestra, e chi più ne ha più ne metta. Restare a casa ci fa perdere la bussola e il tempo sembra appiattirsi totalmente. Per questo è necessario creare una nuova routine, per non rendere il tempo passato in quarantena vuoto e disordinato. Da dove iniziare? Dalle vecchie abitudini! Alzatevi alla stessa ora, rispettate l'orario dei pasti e i vostri impegni settimanali. Un esempio, non rinunciate al giovedì sera con le amiche ma organizzate una reunion via skype sarà un modo per sentirvi più vicine. E la lezione in paestra del martedì sera? Prendete un tappetino e due bottiglie d'acqua da usare come pesetti, niente scuse mi raccomando! Alle vecchie tradizioni sarà bello aggiungere cose nuove, perchè scoprirai di avere più tempo eliminando gli spostamenti. Quindi potrai finalmente aggiungere alla lista delle cose da fare anche tutte quelle cose che "vorrei... ma non ho tempo".

Videochiamate per mantenere la vita sociale

Il distaccamento sociale porta a creare una distanza fisica tra le persone, e spesso le restrizioni alla nostra libertà possono portare non solo alla solitudine ma anche a tenere un atteggiamento ostile e diffidente nei confronti delle poche persone che incontriamo nelle rare uscite concesse per le necessità primarie. Ma la socialità è fondamentale per la nostra vita, fa parte di noi e ci aiuta a vivere meglio. Per fortuna la tecnologia ci aiuta molto e quindi via libera alle videochiamate ad amici e parenti! Vederci, anche se tramite uno schermo, ci farà sentire meglio e ci farà stare "distanti.. ma vicini"

Attività fisica

Tanta fatica a mantenere uno stile di vita attivo e sano tutto l'anno per poi vanificare tutto? Assolutamente no! Inoltre l'attività fisica svolge una potente azione antidepressiva, un vero toccasana fisico e mentale durante la quarantena. L'ideale è stabilire dei giorni fissi in cui allenarsi, proprio come facciamo di solito per la palestra, renderà l'attività fisica un impegno da non rimandare. Non hai gli attrezzi in casa? Basta un tappetino e due bottiglie d'acqua per fare un allenamento completo, sui social o su youtube troverai tantissime ispirazioni per un home fitness perfetto. Casa è piccolissima e non hai giardino o balconi da sfruttare per l'allenamento? Le attuali disposizioni non impediscono di fare attività fisica all'aperto purchè il distanziamento sociale venga mantenuto, ma è sempre preferibile e consigliabile rimanere in casa e sfruttare al meglio i nostri piccoli spazi!

Tempo per nuovi e vecchi hobbies

Chi ha il tempo per fare sempre tutto ciò che gli piace? Nessuno, chi dice il contrario mente. Prendete in mano carta e penna e fate una lista di tutte quelle cose che avete sempre desiderato fare e non avete mai avuto il tempo di fare ma anche di tutte quelle cose che andrebbero fatte ma non c'è mai tempo. Lavoretti in casa, pulizie di primavera, sistemazione degli armadi, cucinare un piatto nuovo, telefonare o videochiamare amici e parenti, fare un gioco di società in famiglia. Stare in casa tanto tempo può essere anche l'occasione per leggere quel libro che sta sul comodino da un anno ma che la sera non hai mai la forza di leggere, per vedere quel famosissimo film che imperdonabilmente non hai mai visto. Hai già terminato la tua lista delle cose da fare? Online troverai tantissimi spunti per restare a casa senza annoiarsi, via libera alla creatività!

Programmare i pasti

I primi giorni di quarantena abbiamo esagerato con il cibo? Normale, non siamo abituati a stare sempre a casa, ad avere sempre a disposizione la dispensa piena di cibo e soprattutto si finisce per mangiare anche solo per ingannare la noia e la tristezza ed ammazzare il tempo. Sbagliatissimo! Restando a casa, infatti, la nostra routine cambia e il nostro stile di vita è molto meno attivo del solito, per questo motivo introdurre una quantità esagerata di calorie o rifugiarsi nel comfort food (spesso, aimè, ricco di grassi!!) non solo non ci aiuta ma ci farà, più o meno lentamente, INGRASSARE. Cosa possiamo fare? Pianificare i pasti della settimana per cercare di mangiare sempre in modo sano ed equilibrato ed evitare di abbuffarsi senza motivo. Programmare 5 pasti equilibrati ci aiuterà a non avere sempre fame e ad affrontare la giornata con la giusta energia senza cedere alla tentazione del cibo spazzatura. Inoltre una programmazione settimanale dei pasti ci aiuterà a fare la spesa in maniera ottimale per evitare sprechi e per ridurre al minimo le uscite per andare al supermercato.

Non passare tutto il giorno davanti al notiziario

Passare l'intera giornata a cercare in tv o in rete tutte le notizie possibili e immaginabili sul coronavirus non solo non serve a nulla ma rischia solamente di gettarci in una condizione di panico ed ansia. Come prima cosa è bene fare attenzione alle fake news, ne girano tantissime soprattutto sui social network. Scegliete una fonte di notizie affidabile e seguitela per avere aggiornamenti quotidiani sulla situazione attuale. Secondo il parere degli esperti è bene limitare a due volte al giorno la lettura di informazioni e notizie sul coronavirus. Per tutti coloro che vivono nelle aree maggiormente colpite, tutto ciò risulterà ovviamente più difficile, ma è bene che ognuno in base alla propria situazione imponga i propri limiti per non cadere in sintomi di ansia e di malessere psicologico. Tantissime regioni hanno attivato un servizio telefonico di supporto psicologico, a cui si può e si deve fare riferimento in caso di necessità.

Prodotti correlati


COMMENTI

Nessun commento per il momento.

Aggiungi un commento