Contattaci su WhatsApp!

Categorie

Iscriviti alla NEWSLETTER sfrutta un'offerta ogni settimana!

Spedizione gratuita con più di 100 euro
Pagamenti sicuri
Spedizioni rapide e sicure in 48h, reso gratuito

Regole d’oro per ripartire al meglio dopo le vacanze

  • Regole d’oro per ripartire al meglio dopo le vacanze

Le vacanze sono terminate già da un pò ma non riesci a ripartire con il piede giusto? Questa problematica affligge moltissime persone che, al rientro da un periodo spensierato di feste o di vacanze, tornano alla quotidianità, alla solita routine stancante e stressante. E proprio l’immediato confronto con la spensieratezza dei giorni precedenti rende ancora più spiacevole e stressante il rientro alla normalità. Così ci si ritrova seduti in ufficio a pensare alle tavole imbandite delle feste, alle giornate di festa trascorse in famiglia, alla montagna o al mare e tutto sembra ancora più difficile da affrontare. Abbiamo aggiunto un buco in più alla cintura, ci troviamo stanchi e stressati al lavoro... come possiamo affrontare questo periodo nero? Armiamoci dello spirito giusto e di 5 regole d’oro per riprendere al meglio il ritmo!

Non iniziare al massimo

Il primo step fondamentale è proprio questo, non pretendere di iniziare al massimo ma ricominciare gradualmente. Il rientro è già traumatico di per se, pretendere di lanciarsi subito nell’occhio del ciclone non risolverà la situazione ma apporterà solo più ansia e fatica. I primi giorni è bene dedicarsi alla riorganizzazione del lavoro e delle abitudini familiari, riprendere uno stile di vita sano, ricominciare a mangiare bene e tornare in palestra procedendo per gradi. Almeno per i primi tempi, può esser utile prendersi qualche momento di relax e di svago, proprio per abbandonare il sapore delle ferie con calma e rendere il ritorno alla normalità meno traumatico. Prendetevi una settimana, o almeno qualche giorno per tornare al massimo!

Sane abitudini alimentari

Il periodo di ferie e delle feste ha portato con sè stravizi alimentari, grandi abbuffate, l’abbandono dell’attività sportiva in palestra e quindi probabilmente ci ha fatto “guadagnare” un buchino in più sulla cintura. La reazione più comune a questo tipo di comportamento è una soluzione compensatori , ovvero controbilanciare un periodo di eccessi con un periodo di dieta estremamente rigida o addirittura di digiuno nel vano tentativo di compensare agli abusi alimentari. Dopo le gioie che il cibo ha regalato al nostro corpo durante il periodo di riposo, iniziare la dieta, o peggio ancora digiunare, proprio nello stesso momento in cui si rientra alla quotidianità non ha sicuramente un effetto positivo sul nostro umore. Meglio cominciare riprendendo delle sane abitudini alimentari , eliminando i cibi grassi e ricchi di zuccheri semplici e inserendo frutta e verdura di stagione e condimenti ricchi di spezie che danno sapore senza appesantire i cibi. Via libera quindi a tutti gli alimenti che favoriscono l’eliminazione di liquidi e tossine come ad esempio carciofi, agrumi, barbabietole, mirtilli, ananas, avocado, ecc.. Si consiglia di consumare, inoltre, alimenti in grado di apportare triptofano aiutando a combattere lo stress, come il salmone, la frutta secca, i legumi ed il cioccolato (ovviamente fondente!!). Molto importante è riprendere anche la regolarità dei pasti tornando ad alimentarsi in modo coerente con la propria routine.

Attività fisica

I periodi di riposo vengono generalmente affrontati in due modi completamente diversi, infatti c’è chi riduce drasticamente l’attività fisica o la abbandona completamente, e chi invece si dedica ad attività sportive più intense del normale. Quando si riduce fortemente il livello di allenamento , soprattutto se l’inattività supera un periodo complessivo di 10 giorni, è particolarmente indicato un approccio graduale all’attività sportiva per evitare di sentirsi stanchi e affaticati e ridurre il rischio di infortunio. Quando invece l’ allenamento complessivo risulta fortemente incrementato può essere utile un periodo di scarico con almeno 7 giorni di recupero attivo prima di tornare alle normali attività.

Riposo e recupero fisico

Può sembrare una banalità ma dopo un periodo di relax in cui si può dormire quanto e quando si vuole senza mettere la sveglia, tornare ai consueti ritmi di sonno può non essere facile e può essere motivo di stress e tristezza. Non solo gli orari sballati ma anche gli eccessi alimentari provocano uno stress fisico e rendono il nostro organismo saturo di grassi e tossine che sentiamo l’esigenza di smaltire nel più breve tempo possibile. Recenti studi hanno proprio dimostrato che i sintomi riportati dai lavoratori nel post-feste o al rientro dalle tanto agognate ferie sono molto simili a quelli del jet-lag anche se in molti casi non ci si è mossi da casa. Fare le ore piccole ogni sera perchè tanto poi non ci si deve recare al lavoro, stravolgere i ritmi e le abitudini anche alimentari influisce negativamente sul nostro orologio biologico. Proprio per questo motivo dopo le feste o al ritorno da una vacanza è bene recuperare le energie riposando di più e riducendo un pò i ritmi per tornare alle attività quotidiane con maggiore slancio e positività.

Fissa i tuoi obiettivi

Non parliamo di buoni propositi per l’anno nuovo ma veri e propri obiettivi da fissare e perseguire. Una buona abitudine è proprio quella di creare delle “how-to-do list” che scandiscano le giornate e le settimane per avere sempre un’idea chiara e precisa delle priorità tra le tante cose da fare. Fissare degli obiettivi aiuta moltissimo a riprendere la quotidianità e a sentire meno il peso del rientro alla normalità. Focalizzarsi su un obiettivo alla volta aiuta ad affrontare una cosa alla volta evitando stress inutili ed avendo già ben chiaro cosa fare una volta raggiunto ogni step prefissato nella nostra lista. Inizia scegliendo le cose che per te hanno una priorità maggiore e procedi così mano mano, evitando di fare più cose contemporaneamente se sei rientrato veramente da poco. Essere multitasking è un grande pregio ma a volte, soprattutto in un momento di stress o di fatica mentale, si rischia di fare “tanto e male” mentre in questi periodi difficili è meglio concentrare le energie facendo “poco ma bene”.

Una sana alimentazione, un pò di sana attività fisica, il giusto riposo notturno ed un rientro graduale agli impegni quotidiani sono la semplicissima soluzione che ci consentirà di tornare ad avere energie da vendere e la giusta carica per affrontare la vita di tutti i giorni!

Prodotti correlati


COMMENTI

Nessun commento per il momento.

Aggiungi un commento